Romanzi interrotti

Mi è capitato, lo ammetto, di lasciare a metà la lettura di un romanzo. Non lo vivo come un fallimento. Anzi, siccome sono meticoloso mi segno ogni volta in un quaderno la parola esatta alla quale mi sono fermato (un domani, chissà, potrei riprovarci) e la motivazione. Alcuni esempi:

M. Proust, Alla ricerca del tempo perduto. PAROLA: “coricato”, pag. 1. MOTIVAZIONE: ho provato anche io a mangiare una madeleine per vedere se rievocavo il tempo perduto, ma mi ha dato acidità di stomaco.

M. Kundera, L’insostenibile leggerezza dell’essere. PAROLA: “il”, pag. 25. MOTIVAZIONE: era insostenibile. La leggerezza dell’essere, dico.

R. Musil, L’uomo senza qualità. PAROLA: “senza” (titolo). MOTIVAZIONE: ho pensato che per un uomo senza qualità due volumi fossero troppi. Se un domani dovesse uscire un romanzo dello stesso autore su un uomo con alcune qualità non ce la farei mai a leggerlo tutto.

T. Mann, La montagna incantata: PAROLA: “malattia”, pag. 89. MOTIVAZIONE: quasi cento pagine, e ancora nessun incantesimo.

G. Garcia Marquez, Cent’anni di solitudine. PAROLA: “per”, pag. 63. MOTIVAZIONE: erano passati solo tre anni di solitudine e mi stavo già annoiando.

V. Nabokov, Lolita. PAROLA: “cosce”, pag. 28. MOTIVAZIONE: vecchio porco!

J. Joyce, Ulisse. PAROLA: “Bloom”, pag. 5. MOTIVAZIONE: a me piace leggere ad alta voce, ma non essendoci sufficiente punteggiatura stavo morendo soffocato.

Stendhal, Il rosso e il nero. In questo caso ho letto tutte le parti relative al rosso, ma ho saltato completamente quelle sul nero. MOTIVAZIONE: W il Che! Fasci appesi!

 Marcel_Proust_1900

Annunci

4 thoughts on “Romanzi interrotti

  1. Ciao! leggevo il tuo articolo con interesse, ma arrivata a ‘stavo morendo soffocato’, stavo rischiando pure io di morire dal ridere! L’unico libro che non ho continuato è stato circa 5 anni fa ‘La casa degli spiriti’ e credo che mi fossi fermata tipo alla 3° pagina per la noia. Ora essendo passati anni e continuando a leggere lodi di questo libro probabilmente ricomincerò prima o poi…. nella speranza di non perdere ancora 3 pagine di tempo.

    Liked by 1 persona

  2. eh! ma che discolaccio!
    E dire che io li ho letti tutti almeno due volte. L’uomo senza qualità tre, soprattutto il secondo volume… ma ero “bimba” secoli fa…
    Basta. Ti metto un votaccio in narrativa. Che poi sono sicura che non hai neanche la più pallida idea di chi sia Antonio Lobo Antunes.
    Quindi, nota sul registro, sul diario e sette giorni di sospensione con l’obbligo di frequenza in biblioteca. Leggendo, ovvio.
    😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...