Enigma religioso

Quali tra queste divinità in realtà non esistono?

A. Orto, il dio degli ortodossi dal pollice verde

B. Protesto, il dio dei protestanti e degli esodati

C. Mousse, il dio dei mussulmani e dei pasticcieri

D. Dio

E. Indo, il dio degli induisti

F. Valdo, il dio dei valdesi

H. Cat, il dio dei cattolici

G. Tutte

P.S. Attenzione: domanda trabocchetto!

Soluzione a pag. 46

mousse

Imitazioni miste

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Mi si dice spesso che sono un buon imitatore.

In particolare mi sono specializzato nel genere delle imitazioni miste, sempre molto richieste da amici e parenti, da grandi e piccini. Tra i cavalli di battaglia:

le battute di Alvaro Vitali con la voce di Eugenio Scalfari

l’Angelus di Papa Francesco con la voce di Bruno Pizzul

“Tremendo” e “Stasera mi butto” di Rocky Roberts con la voce del presidente Mattarella

i servizi di Alberto Angela con la voce di Carmelo Bene

“Il mio nome è Bond, James Bond” e  altre battute di 007 con la voce di Mario Giordano

“Uomini soli” e altri successi dei Pooh con la voce di Maurizio Costanzo.

giorddaniel

View original post

Un blog per tutti

Sono sempre più convinto che se avessi i mezzi di cui dispone Peppegrillo il mio blog avrebbe il doppio dei suoi visitatori. Il punto è che io, a differenza sua, devo fare tutto da solo.

Il fatto che io ogni giorno sforni un post a beneficio dell’umanità e che lo faccia del tutto gratuitamente, senza scopo di lupo, dovrebbe essere apprezzato.

Potrò piacere o no, ma credo che mi andrebbe riconosciuto il merito di avere introdotto delle audaci novità: in effetti post(s) dal titolo Sozzo bubbone o Arcaizzo al karaoke non si erano mai visti da queste parti.

Inoltre non so se l’avete notato, ma i miei post(s), anche quelli apparentemente semplici, sono ricchi di allusioni, richiami a distanza, riferimenti nascosti. Si potrebbe quasi dire che ciascuno di essi si presta sia ad un’interpretazione letterale che ad una interpretazione allegorica… per intenderci, è un po’ quello che spiega Dante nella sua lettera a Can Grande della Scala (in basso nella foto).

In poche parole, il mio è un blog pensato per piacere sia ai raffinati intellettuali che al popolo bue: a proposito, voi in quale delle due categorie vi riconoscete?

can

La scuola di una volta

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

La mia maestra era severa.

Dovevamo sapere a memoria tutti gli affluenti di destra e di sinistra del Po.

Lei ci minacciava, dicendoci che chi non li sapeva sarebbe rimasto vergine tutta la vita.

E in questo modo noi, impauriti, li abbiamo imparati.

Oggi se un insegnante fa così si trova il genitore fuori dalla porta a protestare. Che schifo.

Post scriptum:

AFFLUENTI DI DESTRA: Dora Baltea, Dora Riparia, Ticino, Adda, Oglio, Mincio, Pellice, Orco, Sesia, Agogna, Lambro.

AFFLUENTI DI SINISTRA: Tanaro, Bormida, Scrivia, Trebbia, Taro, Secchia, Panaro, Maira, Enza.

E scopo come un riccio.

download (67)

 

View original post

Fila alle casse

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

La fila è una cosa delicata: è bene sapere se saltarla, quando saltarla e in che modo. Alla biglietteria della stazione ad esempio io, che non faccio mai biglietti on line per principio, personalmente adotto questo metodo: comincio a fare la fila poco prima delle 7.40, anche se devo partire giorni dopo a tutt’altra ora, e poi inizio a canticchiare: “Mi sono informato, c’è un treno che parte alle 7.40”. C’è quasi sempre qualcuno che ci casca e mi fa passare avanti: “Prego signore, vada prima lei, se no lo perde”. Se non ci casca nessuno vado avanti a canticchiare o aggiungo tra me e me una frase come “Grande Lucio! Quanto ci manca…”

Ma la situazione più difficile a mio parere è quella della fila alle casse del supermercato. Lì occorrono lucidità e sangue freddo. Ho fatto delle indagini approfondite e delle ricerche sul campo per studiare il comportamento umano in…

View original post 459 altre parole

Arcaizzo al karaoke

Ultimamente io ed alcuni amici ci dedichiamo a sedute intensive di karaoke, ma loro mi criticano perché dicono che improvviso e non rispetto le parole delle canzoni.

E va bene, lo ammetto: ogni tanto arcaizzo o comunque tento di elevare il tono. Preferisco cantare, ad esempio, “Niuno mi può giudicare”, “Io non so favellar d’amore”, “Bramo una vita spericolata”, “E dimmi che non vuoi perire”. Volete che mi ammazzi per questo? Non credo che se gli spettatori se ne vanno a casa avendo arricchito il loro vocabolario ci sia qualcosa di male, no?

Inoltre cerco sempre di evitare concetti estremi e di essere prudente. Ad esempio canto “Io che amo quasi solo te”. Anche quando interpreto il mio cavallo di battaglia, l’immortale brano di qualche anno fa di Jovanotti, Pelù e Ligabove, preferisco cantare “Il mio nome è quasi mai più”. Ho pensato infatti che se per caso un domani io dovessi appoggiare una guerra, non mi accuseranno di predicare bene e razzolare male. Tra l’altro io non sono una gallina.

karaoke

Buchi nell’acqua

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Non voglio usare Facebook solo per giocare a Candy Candy o guardare le foto altrui.

Io nei social ho creato dei gruppi socialmente impegnati. Per esempio:

Nucleare contro la TAV!

Curare la uomosessualità con la medicina naturale

Più taranta al ballo delle debuttanti

Cacciare con fucili confiscati alle mafie

No all’Europa delle banche del seme!

Più multinazionali ai prossimi mondiali 

Ci credete? Sono stati tutti dei buchi nell’acqua.

Possibile che in questo paese si continui a ragionare con le categorie di destra e sinistra?

Possibile che non ci sia un post per me nel mondo?

images (19)

View original post