Le inchieste di Sbrana (3)

Mentre rimuovevano il cadavere della vecchia Fido notò che Sbrana si era ammutolito. “A cosa sta pensando, ispettore?”

“Caro Fido, pensavo… Nella nostra società il numero di anziani cresce sempre di più, eppure noi spesso facciamo finta che non esistano e li emarginiamo. Anche questa donna, ad esempio, era ricca quanto vuoi, ma alla fine viveva sola, con l’unica compagnia del suo maggiordomo, ed è morta sola. E lei era già una privilegiata. Pensa a tutte quelle vecchie che trascorrono gli ultimi anni nelle case di riposo, ti sembra giusto? Quanto erano belle quelle famiglie di una volta, in cui il nonno si sedeva a capotavola e veniva servito per primo a cena in segno di rispetto. La vecchiaia allora era sinonimo di saggezza, e i vecchi venivano ascoltati in silenzio, perché si pensava che avessero qualcosa da insegnare. Oggi invece siamo tutti presi dai nostri egoismi personali, tutto deve essere veloce, tutto è basato sulla competizione. Quale spazio possono avere le persone anziane in un mondo come questo? Noi cerchiamo il colpevole di questo omicidio… Ebbene, sai a quale conclusione sono giunto? Sai chi è il VERO colpevole, secondo me? Il vero colpevole è il sistema!”

“Ma… ispettore, questo è un giallo, noi non avremmo dovuto rivelare subito chi è il vero colpevole!”

“Cavolo, hai ragione! E adesso che facciamo?”

…continua…

sistema

Annunci

One thought on “Le inchieste di Sbrana (3)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...