Le inchieste di Sbrana (4)

Sbrana camminava nervosamente da una parte all’altra della sala: “Caro Fido, ho commesso un errore imperdonabile: ho rivelato che il vero colpevole è il sistema. Ed era appena la terza puntata!”

Fido cercò di consolarlo: “Coraggio ispettore, in fin dei conti nelle grandi opere letterarie la trama non è tutto. Le faccio un esempio: tutti sanno che alla fine di Anna Karenina la protagonista muore, ma quante persone lo leggono lo stesso perché è un grande romanzo!” Sbrana si rabbuiò: “Beh, io non lo sapevo. Adesso mi è passata la voglia di leggerlo”.

“Suvvia”, continuò Fido, che era un buon aiutante, ma molto saccente, “basterà cambiare un po’ la trama. Bisognerebbe trovare qualcosa di originale, oggi il giallo classico non funziona più. In effetti già Agatha Christie cercò di forzare le regole del genere quando scrisse L’assassinio di Roger Ackroyd, in cui il colpevole è proprio l’assistente del detective”. Sbrana aveva cercato di tapparsi le orecchie, ma ahimè troppo tardi: “Volevo iniziare a leggerlo la settimana prossima. Perché me lo hai detto?”

“Ma, ispettore, non faccia così! D’altronde l’idea di far coincidere il detective con il colpevole non l’ha certo inventata la Christie, ma risale alla notte dei tempi, se pensiamo che già il protagonista dell’Edipo re di Sofocle indaga su un delitto che in realtà ha commesso lui stesso, e arriva addirittura ad accecarsi, quando scopre di avere ucciso il padre e di essersi accoppiato con la madre”. Sbrana era scuro in volto: “Volevo leggerlo il mese prossimo. Me lo hai rovinato”.

In preda alla rabbia, stava quasi per aggredire Fido, ma contò fino a dieci e pensò che la vendetta è un piatto che si serve freddo. “Vedi quello?” chiese a Fido indicando un crocifisso alla parete. “Sì, ispettore”. “Alla fine muore e risorge”. “Dove? Nel Vangelo??? No!!! Volevo iniziare a leggerlo tra due settimane!” “Chi la fa l’aspetti” commentò Sbrana soddisfatto.

…continua…

orecchie

 

Annunci

2 pensieri su “Le inchieste di Sbrana (4)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...