Piano terapeutico (2)

In un post di qualche tempo fa manifestavo la mia preoccupazione per un mio amico che è diventato un fondamentalista. Possiamo anche rivelarne il nome, non credo che si offenda: Magdi Musulmano Allam. Ebbene, il piano terapeutico che ho messo in atto per cercare di ricondurlo alla ragione non sembra dare i frutti sperati. Tra l’altro ho notato che ultimamente gli capita spesso di gridare: “Allah akbar!”. Sono molto in ansia e per questo ho deciso di prenderlo in disparte e di fargli un bel discorsetto. Gli dirò più o meno così:

“Senti, tu continui a ripetere che Allah akbar. Io non voglio negare che Allah akbar, ma pensa se tutti noi ci mettessimo a gridare che Allah akbar. Il problema non è se è vero o no che Allah akbar. Il problema è che qualcuno potrebbe non essere d’accordo sul fatto che Allah akbar. Dunque cosa vogliamo fare? Costringerlo a dire che Allah akbar? Ti dico una cosa: ammesso e non concesso che Allah akbar, tu non puoi comunque imporre agli altri che Allah akbar. Tu credi che Allah akbar? Io pure, se ti fa piacere, credo che Allah akbar, ma magari il tuo vicino di casa non pensa che Allah akbar. Se ci costringi tutti a dire che Allah akbar, allora io ti dico che mi dovresti dimostrare che Allah akbar, o quanto meno che sbaglia chi non crede che Allah akbar”.

Mi sembra un discorso abbastanza convincente, voi che ne pensate? Mi resta un solo dubbio che volevo sottoporvi: cosa significa Allah akbar?

akbar

Annunci

4 pensieri su “Piano terapeutico (2)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...