Tanto calore

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Alessandro Magno con quel cognome si credeva invincibile, e invece è morto. Lo stesso dicasi per suo fratello Carlo. Gli antichi Romani pensavano che il loro impero non avrebbe mai avuto fine: poi sono arrivati i barbari e Remolo Augustolo è stato depostolo.

Ogni cosa a questo mondo ha un inizio ed una fine, e così sarà anche per il mio Blog. Non mi voglio fare illusioni, anzi, cerco di prepararmi ai duri giorni in cui le visite diminuiranno fino a ridursi a zero.

Nel caso dovesse verificarsi un calo di visualizzazioni ho comunque già in mente alcune strategie per tentare di invertire la tendenza. Ad esempio:

  1. La finta notizia del decesso del presidente Mattarello
  2. L’indiscrezione secondo cui il Santo Padre aprirebbe al sacerdozio per le coppie di fatti gay divorziati
  3. Uno scoop di calciomercato, ad esempio il passaggio di Rivera alla Juve
  4. L’annuncio che Elena Ferrante sono io
  5. Eventualmente, se necessario…

View original post 68 altre parole

Annunci

Piano terapeutico

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Da tempo notavo che un mio amico arabo si comportava in modo anomalo e faceva discorsi strani. Ad esempio diceva sempre di occuparsi di cose fondamentali. Ora purtroppo ho capito cosa intendeva: è un fondamentalista. Ebbene: mi sono messo in testa che devo cercare di aiutarlo ad uscire da questa condizione. Lui da parte sua ha accettato di farsi curare, e insieme abbiamo messo a punto un piano terapeutico.

Innanzitutto è importante che capisca che non tutto quello che dice il Profeta va preso alla lettera. A questo proposito ho provveduto io stesso a presentargli alcuni amici cattolici che la domenica vanno in chiesa e poi bestemmiano, spergiurano, fornicano (o formicano? Non ricordo mai), evadono le tasse, evadono dal carcere, fanno gli scambisti, gli scafisti, gli squadristi e chi più ne ha più ne metta.

Inoltre è importante che si avvicini ai principi dell’Illuminismo. Perciò gli ho prescritto di leggere ogni giorno un po’…

View original post 103 altre parole

Meritocrazia

Non si insisterà mai abbastanza sull’importanza della meritocrazia (dal greco meritos = merito e krazia = crazia).

In una società complessa come quella odierna i posti di lavoro migliori dovrebbero andare a chi veramente se ne intende.

Purtroppo devo dire che conosco tante persone altamente qualificate che sono ancora a spasso. E’ molto triste che le loro competenze non vengano riconosciute.

Ad esempio Franco, un mio amico architetto, è un grandissimo conoscitore di piazze, un autentico piazzista. E cosa dovrei dire di Paolo, che è un capitalista? Provate a chiedergli la capitale delle Isole Marshall o della Repubblica di Kiribati e vedrete se non ve la sa dire. Per non parlare di Ugo, massimo esperto di arrivi: proprio così, è un arrivista, e sarebbe molto utile in una stazione, in un aeroporto o anche solo alla fermata dell’autobus.

Ma quello per cui più mi piange il cuore è un mio amico ancora disoccupato, che non esiterei a definire come uno dei più grandi conoscitori della figura biblica di Onan a livello mondiale…

onanista

Laurea

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Continuo a raccogliere soddisfazioni. Non soltanto so di persone che hanno inserito la frequentazione del mio blog nel loro curriculum (dal latino curri e… vabbe’, non voglio essere volgare). Ora sono anche diventato oggetto di tesi di laurea!

Ho proprio qui a portata di mano una lista di inviti da parte di studenti che mi hanno onorato delle loro attenzioni. Le università sono quelle più prestigiose: l’Anormale di Pisa, Milano Albicocca, Roma La Pazienza, ecc. ecc.

L’altro giorno ad esempio sono stato invitato da una ragazza alla sua laurea in Lettere moderne. Il titolo della dissertazione era: Influenze di Giovanni Mainato sulla letteratura post-coloniale. Svolgimento: Nessuna. Dico solo che la studentessa ha ricevuto bacio accademico, schiaffo accademico e dignità di stampa.

Dopo la proclamazione siamo andati tutti al buffet. Quando le è stato chiesto di fare un discorso la ragazza mi ha ringraziato pubblicamente, e ha anche espresso…

View original post 38 altre parole

Decalogo

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Mi si dà del bacchettone solo perché ho scritto un decalogo che in casa mia tutti sono tenuti a rispettare. Si tratta di normali regole di civiltà:

  1. Mettersi le scarpe quando si entra in casa.
  2. A tavola servire prima le signore, poi gli individui di sesso incerto.
  3. Non sostituire una posata sporca con quella del vicino.
  4. I selfie che si fanno a cena devono coinvolgere tutta la famiglia.
  5. Non nominare il nome di zio invano. Il fatto che abbia una liaison con il babbo creerebbe imbarazzo.
  6. Non desiderare la nonna d’altri. Solo la propria.
  7. Non mettere le dita nel naso d’altri. Solo nel proprio.
  8. Non gettare preservativi nel vaso delle begonie.
  9. Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me.
  10. Quando si dorme la televisione deve rimanere spenta.

Scusate, ma sono fatto così. Sono un uomo d’altri tempi. Sono un padre di famiglia: mio figlio e mia figlia infatti si…

View original post 8 altre parole

Canpagnia elettorale

Ormai è tempo di elezioni. Tutti si candidano e voglio candidarmi anche io. La settimana scorsa ho dato ufficialmente il via alla mia canpagna elettorale: lo so che si dovrebbe scrivere con la m, ma io preferisco così, mi sembra più fine.

Non disponendo di molti mezzi, non vado in giro con l’elicottero o l’auto blu. Io preferisco girare il Paese in treno per far conoscere le mie idee. Passeremo per tutte le stazioni principali: da Torino Brignole a Napoli Principe, da Firenze S. Lucia a Genova Ostiense, da Bologna Termini a Roma La Sapienza.

D’altra parte a me piace stare in mezzo alla gente: quante facce nuove ho già conosciuto, quante mani ho stretto! Certo, non mi sarebbe dispiaciuto incontrare anche dei corpi interi.

Comunque ho capito che la politica è una cosa seria e richiede preparazione. L’altro giorno ad esempio, un popolano mi ha chiesto cosa ne pensassi dello Ius soli e non sono stato in grado di rispondergli. Appena tornato a casa ho consultato il vocabolario di latino e ho visto che “ius” ha due significati, “diritto” e “sugo”: il secondo mi sembra nettamente preferibile. Così durante la mia canpagna ho iniziato a esprimere la mia opinione sul Sugo del suolo, ottenendo grandi successi. Non solo: recentemente ho scoperto che oltre al Sugo del suolo esiste anche un Sugo di sangue. Proprio ieri ne ho parlato in un comizio, e purtroppo una signora mi è svenuta per l’impressione.

Una cosa è certa: la gente vuole chiarezza, e io sono uno che dice “Pane!” al pane e “Vino!” al vino. Per esempio qualche giorno fa mi è stato chiesto se avessi un piano per il Mezzogiorno. Io ho risposto sinceramente che andavo al ristorante perché non avevo voglia di cucinare.

sugo

Cambiare idea

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Come avrete capito io ci tengo ad essere considerato una persona intelligente e faccio di tutto per apparire tale agli occhi dell’umanità.

L’altro giorno, ad esempio, mi trovavo al bar a discutere di politica con alcuni amici ed essendo stato accusato di incoerenza mi sono difeso: “Solo gli stupidi non cambiano idea!”

Poi però ho pensato che se continuavo a sostenere fino alla fine della conversazione che solo gli stupidi non cambiano idea avrei fatto la figura dello stupido perché non avevo cambiato idea. Quindi cinque minuti più tardi ho ripreso la parola: “Ah, ci tenevo a dire un’altra cosa: solo gli intelligenti non cambiano idea!”

Conclusa la conversazione, sono uscito dal bar soddisfatto, ma è proprio allora che mi sono accorto dell’amara verità: essendomene andato dopo avere sostenuto che solo gli intelligenti non cambiano idea avevo fatto la parte dello stupido perché in precedenza avevo sostenuto che solo gli…

View original post 42 altre parole

Un problema

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Caro Giovanni ho un problema; alla soglia dei sessantanni, sento, che sto perdendo mio marito secondo te come posso fare per conquistarlo? Certi giorni: quasi non ci parliamo più. Da parte sua sento una grande freddezza mi è venuto addirittura, il dubbio che lui mi tradisca. Aiutami per carità non voglio: perderlo. Ciao Giovanni ti seguo, sempre, un caro saluto

Rosa da Li Punti (Sassari)

Cara Rosa, essendo io Giovanni mi spiace essere franco, ma il rapporto con tuo marito non è l’unico tuo problema. Anche la punteggiatura lascia molto a desiderare.

G.M.

lettera3

View original post